JENNY
Jenny ha 16 anni e gli occhi blu

con i suoi capelli come il grano va

a piedi nudi verso una citta'

cercando il viso di un ragazzo che non sogna piu'



stringe in mano la fotografia

ma dove puo' trovarlo jenny non lo sa

spinta da una cosmica energia

vede un corpo soffocato da quest'arida realta'



riconosce che e' lui

perche' non ride mai



jenny e' un'isola

l'ave maria

dei naufraghi

una lucciola

che brillera'

nei momenti piu' bui

per lui



jenny lo accompagna a casa sua

sente i suoi pensieri e la malinconia

che lo affoga come una marea

e gli salva il cuore dal dolore della sua follia



mentre il mondo va via

senza avere pieta'



jenny e' un’ancora

la terra a prua

dei deboli

e' una nuvola

che piovera'

coriandoli



e' una favola e sta

dentro questa realta'

per lui per lui



jenny e' l'africa

la nostalgia

dei brividi

e'una briciola

che sfamera'

la solitudine



jenny e' un cielo blu

e' un miracolo

e' un attimo

che si accende per lui

nei momenti piu' bui



jenny ha 16 anni e se ne va

camminando a piedi nudi e non lo sa

che e' un'angelo